Search

I migranti sono tra noi

#maggiori16

La gente non conosce molto i migranti e della loro situazione. Confondiamo termini come rifugiati e migranti, in molti casi le nostre paure e la nostra mancanza di conoscenza si riflettono nel modo in cui ci comportiamo e agiamo. Di conseguenza, possiamo vedere diffidenza o persino aggressione verso i migranti. Per cambiare questo abbiamo bisogno di un'istruzione focalizzata sulla comprensione, l'empatia e l'azione. #EducazioneGlobale #DirittiUmani


Scopo principale:

  • Discutere sulla situazione dei migranti nel tuo paese


Durante questo incontro i partecipanti::

  • Comprendere meglio la situazione dei migranti che vivono nel loro paese per diversi motivi.

  • Comprendere la necessità di dare la voce direttamente ai migranti, ascoltarli e non solo quelli che parlano nel loro nome.

1. Gossip (exercise)

Ogni partecipante riceve un pezzo di carta su cui, usando pochi simboli diversi, si presenta / stesso creando una sorta di biglietto da visita. Quindi, i partecipanti si dividono in coppie. La persona A dice alla persona B circa il suo / la sua carta di nome, e la persona B dice della sua / sua carta di nome. Alla fine scambiano i biglietti da visita e cercano nuove persone con cui parlare. Quindi, la persona A incontra la persona C e le parla della persona B, il cui nome ha la carta in mano. La persona C parla della persona D, con la quale stava parlando prima. Dopo aver terminato la conversazione, scambiano di nuovo i nomi e cercano una nuova persona con cui parlare. Fai turni come questo poche volte. Quando dici "stop", tutti si siedono in cerchio e parlano della persona di cui hanno in mano il biglietto in quel momento. Riepiloga l'esercizio chiedendo ai partecipanti come si sono sentiti quando qualcuno ha parlato nel loro nome.


2. Passi (esercizio)

L'esercizio tratto dal libro "Compass. Manuale per l'educazione ai diritti umani con i giovani "(red. P. Brander e altri, Strasburgo 2012, pagg. 281-285) è stato modificato in modo che ogni partecipante riceva il ruolo di migrante, ma i ruoli sono molto diversi:

  • studente che arriva nel tuo paese per uno scambio internazionale

  • rifugiato dalla Siria

  • figlia dell'ambasciatore del Sud America

  • uomo cinese che gestisce un ristorante popolare

  • migrante dal Mali senza status regolato

  • donna ucraina assunta illegalmente come cameriera

  • ragazzo italiano che è venuto dalla sua ragazza locale e lavora in una grande azienda


Tutte le persone, senza dire agli altri del loro ruolo, si mettono in fila. Leggi una per una le frasi qui sotto. Dopo ogni frase dai ai partecipanti un po 'di tempo per fare un passo (o meno). Proposizione di frasi:

  • Non hai mai riscontrato alcuna seria difficoltà finanziaria.

  • Hai un alloggio decente con telefono e televisione.

  • Senti che la tua lingua, religione e cultura sono rispettate nella società in cui vivi.

  • Senti che la tua opinione su questioni sociali e politiche è importante e la tua voce è ascoltata.

  • Altre persone ti consultano su diversi problemi.

  • Non hai paura di essere fermato dalla polizia.

  • Sai dove rivolgerti per un consiglio e aiuto se ne hai bisogno.

  • Non ti sei mai sentito discriminato a causa della tua origine.

  • Hai un'adeguata protezione sociale e medica per le tue esigenze.

  • Puoi andare in vacanza una volta all'anno.

  • Puoi invitare gli amici a cena a casa.

  • Hai una vita interessante e sei positivo riguardo al tuo futuro.

  • Senti di poter studiare e seguire la professione che hai scelto.

  • Non hai paura di essere molestato o attaccato per strada o nei media.

  • Puoi votare alle elezioni nazionali e locali.

  • Puoi festeggiare le feste religiose più importanti con i tuoi parenti e amici intimi.

  • È possibile partecipare a un seminario internazionale all'estero.

  • Puoi andare al cinema o al teatro almeno una volta alla settimana.

  • Non hai paura per il futuro dei tuoi figli.

  • È possibile acquistare nuovi vestiti almeno una volta ogni tre mesi.

  • Puoi innamorarti della persona che hai scelto.

  • Sente che la tua competenza è apprezzata e rispettata nella società in cui vivi.

  • È possibile utilizzare e beneficiare di Internet.

  • Non hai paura delle conseguenze dei cambiamenti climatici.

  • Sei libero di utilizzare qualsiasi sito su Internet senza paura della censura.


Ogni persona che pensa che una frase particolare sia vera per quanto riguarda il ruolo che lei / lui ha, fa un passo avanti. Dopo diverse frasi, la distanza tra le persone che dopo quasi ogni frase potrebbero andare avanti e quelle che stanno costantemente nello stesso posto, diventa enorme. Solleva molte emozioni e pensieri:

  • Come ti senti in questa particolare posizione?

  • Cosa pensi?

  • Cosa ci sta dicendo questo gioco sulla società reale?

  • Cos'hai imparato?

  • Come possiamo ridurre le differenze (distanze) tra le persone, nel mondo reale


Riassumere l'esercizio discutendo in gruppo. Aggiungi definizioni di base legate al tema della migrazione (ad esempio immigrati, rifugiati, asili)

3. Narrazioni di migranti (film e discussione) Andando a questo punto, prestate attenzione ai partecipanti su quanto sia limitata la conoscenza dei migranti e quanto raramente provenga dai migranti stessi (potete tornare all'esperienza e ai sentimenti dell'esercitazione "Gossip"). Guarda un film della serie "Narratives of Migrants", preparato da Fundacja na Rzecz Różnorodności Społecznej (youtube.com/user/NarracjeMigrantow). Ascolta cosa dicono i migranti sulla loro situazione.

Pensa insieme:

  • Come si sente il personaggio del film? Perché?

  • Cosa ti ha particolarmente interessato in quello che ha detto?

  • Hai una situazione simile nella vita?

4. Cosa posso fare?

Discutere in piccoli gruppi cosa possiamo fare per cambiare la situazione. Quali azioni puoi intraprendere adesso? Forse troverai esempi reali di iniziative, organizzazioni o imprese sociali che sostengono i migranti. Ogni gruppo presenta i risultati del suo lavoro agli altri.



Compiti e argomenti da discutere:

  • Metti in azione almeno una soluzione di cui hai discusso durante l'incontro.

  • Guarda un altro film della serie "Narratives of Migrants", discutine al riguardo.

  • Organizzare corsi di lingua per bambini di famiglie migranti.

  • Fai un'intervista con i migranti. Chiedi se c'è qualcosa che puoi aiutare. Se sì, prova a farlo.

Hai notato qualche errore nel testo? Vuoi supportarci nella traduzione di scenari e storie in altre lingue? Non esitate a contattarci! Siamo costantemente alla ricerca di persone che ci possano aiutare con qualsiasi lingua. Rendiamo insieme il materiale per changemaker disponibile per più persone! --> hello@exchangetheworld.info


Altre storie di changemaker su: exchangetheworld.info